Sei in » Cronaca
31/03/2016 | 17:24

Circa una ventina di migranti sono sbarcati stamattina nelle vicinanze di Castro Marina. Contemporaneamente, le forze dell'ordine hanno rintracciato un potente gommone nelle vicinanze di Marina Serra, fermando anche due scafisti. Accertamenti in corso.


L'imbarcazione trovata dai Finanzieri


Castro. Una ventina di migranti in tutto quelli sbarcati sulla costa nelle vicinanze di Castro Marina. Così, il barcone che li trasportava è stato individuato dalle forze dell’ordine nell’ambito del piano anti-immigrazione in vigore nella provincia leccese.  In particolare i Carabinieri avevano rintracciato – all’inizio delle operazioni – alcuni cittadini di presunta provenienza somala, siriana e iraniana. Parallelamente, sul mare, poco dopo le 8.00, una motovedetta del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari (che, ricordiamo, risulta competente per la sorveglianza delle coste pugliesi), supportata da unità del Gruppo Aeronavale di Taranto, ha intercettato, nelle acque a pochi metri da Marina Serra un potente gommone di oltre 10 metri di lunghezza con a bordo due soggetti. Uno di nazionalità greca, l’altro di origini albanese.
 
Stavano tentando di allontanarsi dalla costa, ma i finanzieri sono riusciti a fermare il mezzo che, assieme ai due scafisti, ha poi raggiunto gli ormeggi della Sezione Operativa Navale di Otranto per gli accertamenti del caso. Attualmente in corso ulteriori approfondimenti sulla posizione dei due fermati. Sarà infatti verificato se i migranti rintracciati siano effettivamente giunti a bordo di quel mezzo e se nell’ambito dello stesso viaggio siano stati sbarcati in località vicine anche altri piccoli gruppi di migranti irregolari.
 
Il velivolo impiegato ha condotto una ricognizione a largo raggio per verificare la presenza sul mare di altre imbarcazioni impiegate nell’illecito traffico, al momento con esito negativo, mentre su terra sono in corso ulteriori ricerche tese a rintracciare eventuali altri migranti.                                                                    .
 
Da ricordare, inoltre, che la Prefettura di Lecce qualche mese addietro discusse delle misure da adottare, in tema di immigrazione, tramite un apposito tavolo di sicurezza.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |