Sei in » Cronaca
03/04/2016 | 10:11

I carabinieri della Compagnia di Tricase hanno rinvenuto dei documenti di idetificazione greci lungo la scogliera dove alcuni giorni fa avvenne lo sbarco di circa 21 migranti. C'erano anche indumenti ed effetti personali.


i documenti ritrovati


Castro. A seguito dello sbarco e dell'arresto dell'iraniano avvenuto qualche giorno addietro, i militari della Compagnia Carabinieri di Tricase hanno ulteriormente intensificato l'attività di prevenzione "a terra" per contrastare l'immigrazione clandestina. Nell'ambito di questi servizi presso le località marittime del basso Salento sono stati rinvenuti – lungo una stradina che conduce alla scogliera – dei numeri verbali di identificazione greci; alcuni integri, altri strappati in piccoli pezzi, le cui foto ritraggono proprio dei soggetti somali e siriani giunti la mattinata prima e fermati nel comune di Castro. Oltre a ciò, pure indumenti ed effetti personali.
 
A diversi chilometri di distanza, inoltre, i Carabinieri hanno pure trovato – occultato sotto il cuscino di una sedia di un bar non molto distante il luogo ove erano stati fermati i clandestini 24 ore prima – una busta di carta con all'interno  fotografie formato tessera di un giovane africano. Anche costui risultava presente tra quei 21 rintracciati dall'Arma del Capo di Leuca, poi soccorsi, rifocillati e condotti presso il centro di prima accoglienza "Don Tonino Bello" di Otranto per le dovute procedure di identificazione

Nell'occasione, determinante fu l'ausilio della Guardia di Finanza leccese intervenuto con la motovedetta in dotazione al reparto operativivo aeronavale. Grazie al veloce mezzo, infatti, si riuscì ad intercettare un gommone di circa dieci metri che stava tentando la fuga.
 
Una simile situazione avvenne quando lo scorso luglio 2015 a Leuca, i militari della Stazione Carabinieri di Castrignano – battendo le zone di approdo di clandestini rinvennero – un documento falso della Repubblica Ceca che ritraeva la foto di un clandestino siriano giunto l’1 Giugno proprio nel centro di Santa Maria di Leuca.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |